Come ho comprato il mio Kindle

Da metà gennaio 2011 sono in possesso di un bellissimo Kindle 3. Il processo che mi ha portato ad acquistarlo non nascondo sia stato lungo e pieno di dubbi, per questo ho deciso di dedicare un post alla fase che precede l’acquisto di un e-reader, ovvero la fase in cui si matura la decisione di voler passare dalla carta al bit.
Con l’arrivo di Amazon Italia (novembre 2010) mi sono ritrovata di nuovo a sentir parlare di Kindle. La prima volta che lo avevo sentito nominare era stato un paio di anni fa durante uno spettacolo di Beppe Grillo.

A quell’epoca però non mi aveva convinto: costava troppo e soprattutto non avevo mai sentito parlare di ebook. In Italia gli ebook non esistevano, a cosa poteva servirmi un oggetto del genere?
A distanza di qualche anno però ho ritrovato una situazione molto cambiata. Il mercato degli ebook adesso esiste anche in Italia e soprattutto il prezzo del Kindle è sensibilmente diminuito. L’idea di cominciare a leggere su un supporto digitale ha quindi cominciato ad invogliarmi.
Nel mese successivo mi sono letta tutti gli articoli e le recensioni che sono riuscita a trovare in merito ad e-reader, e-book, tecnologie e-ink etc. Ho scoperto quindi che secondo il popolo di internet leggere in digitale non è molto diverso dal leggere su carta; questa constatazione mi ha molto confortato e ha aumentato la mia voglia di sperimentare personalmente una simile tecnologia.
Il 25 dicembre, dopo aver letto almeno cinquecento commenti di feedback in merito al Kindle su amazon.com, ho deciso di procedere al mio acquisto e di farmi un bel regalo di Natale.
Esistono tre tipologie di Kindle che variano per funzioni e per fascia di prezzo:

  • Il più economico costa 139$, ha uno schermo da 6 pollici e la possibilità di connettersi wi-fi. È di colore grigio antracite, ha una capacità di 4GB (anche se i GB effettivamente utilizzabili sono 3) e la batteria ha un’autonomia di un mese.
  • Il secondo in ordine crescente di prezzo costa 189$. È in tutto e per tutto identico al modello appena descritto, con la differenza che oltre alla connessione wi-fi, può connettersi anche tramite 3G, questo permette di poter acquistare libri anche in mancanza di una rete internet, inoltre mentre il modello da 139$ ha un’autonomia di un mese, una carica del modello da 189$ dura “solo” dieci giorni.
  • L’ultimo modello, il Kindle DX ha un costo di 379$. La fondamentale differenza tra questo modello e i precedenti è la grandezza dello schermo. Il DX infatti ha uno schermo da 9 pollici che permette certamente una lettura migliore, ma date le dimensioni risulta meno agevole da portare in giro. Ha la possibilità di connettersi si wi-fi che 3G e l’autonomia della batteria dura una settimana.

La mia scelta è ricaduta sul modello più economico, sia per via del prezzo, ma anche perché non sento nessun bisogno di potermi collegare via 3G con un e-reader, dal momento che ho una connessione wi-fi quasi sempre disponibile e che comunque non è certo la connettività la prima cosa che ricerco in un supporto di lettura.
Dal momento in cui si clicca su “procedi all’acquisto” il sito avvia una procedura molto dettagliata e chiara che rende impossibili fraintendimenti per il cliente. Per poter effettuare la spesa sia richiede:

  1. Il possesso di un account amazon (se non si è già in possesso di un’utenza è possibile registrarsi attraverso poche operazioni).
  2. Il possesso di una carta di credito.

Dopo aver inserito e confermato l’indirizzo al quale recapitare l’oggetto, si presenta una schermata riassuntiva in cui si visualizza l’intero importo da pagare. Ai 139$ infatti vanno aggiunte le spese di spedizione e le tasse doganali. Non c’è modo di evitare queste spese ulteriori, ad ogni modo la cifra che viene visualizzata è l’effettiva spesa che dovrete sostenere, non verrà aggiunto nemmeno un centesimo in più.
Alla fine dell’intera procedura la cifra che ho pagato è stata 145 euro.
Il Kindle è arrivato a casa mia dal Kentucky, ci ha messo quasi tre settimane, ma questo solo perché l’ho comprato in periodo natalizio e le scorte erano terminate. Normalmente dal momento in cui si perfeziona l’ordine al momento in cui si accende il Kindle per la prima volta passano tre giorni.
Questa è stata la mia esperienza di acquisto, spero che questo post possa servire a tutti quelli che vorrebbero comprare un Kindle e che, come ho fatto io mesi fa, cercano testimonianze e esperienze dirette scritte da chi il Kindle l’ha già comprato.

Questa voce è stata pubblicata in ereader, Kindle e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...